Passion - Lauren Kate

Ma anche no.
Non ho idea se siate stoici quanto me quando si tratta di terminare una saga...ma questo proprio non riesco a mandarlo giù. Ma cominciamo da principio.
In principio era..no, troppo indietro.
    Dopo la mia (dis)avventura con "Angelology" di Danielle Trussoni (disavventura perché il libro mi è piaciuto moltissimo, ma per il seguito l'attesa si protrae in maniera cruenta e dolorosa) avevo pensato di fare "un tuffo" in alcune delle saghe più "gettonate" di Anobii, per capire se potessero essere o meno di mio gradimento.
     Così per un fortuito (?) scambio su Anobii, vengo in possesso di "Fallen" di Lauren Kate. Primo libro di una tetralogia (arricchita anche da uno spin-off "Fallen in love" che se vogliamo costituisce il quinto volume, quindi pentalogia) che vede la saga così distribuita:

  • Fallen
  • Torment
  • Passion
  • Rapture

Lo spin off è stato pubblicato nel periodo che intercorre tra l'uscita di Passion e quella di Rapture.
Ma veniamo alla trama. Fallen pareva avere tutte le carte in regola per interessarmi. Una ragazza a seguito di un "incidente" che ha visto prendere fuoco (o andare in autocombustione - chi non l'avrebbe fatto, dopo aver conosciuto Luce? dai per alzata di mano-) un ragazzo che la stava baciando, viene relegata alla "Sword & Cross" una scuola superiore per casi "critici" o "difficili". 
Qui Lucinda (detta Luce, nonché ribattezzata "Enel" dalla sottoscritta, visto che ogni volta che ha un'idea geniale le si accende la lampadina come Archimede con Topolino -->) 
incontra una serie di strani personaggi e mette gli occhi addosso a due tocchi di manz...ehm, a due ragazzi : 

  • Daniel (lo sfuggente, biondo dagli occhi viola, alias Elizabetto Taylor) 
  • e Cam (il moro gentile, premuroso un po' alla Denim - l'uomo che non deve chiedere mai).
   Durante la letture del libro ho scoperto che :
1) Enel (Luce) è di un'intelligenza stratosferica
2) le sue genialate pur non essendo comiche mi fanno scompisciare (altro che ridere, c'è da piangere)
3) Cam è più figo di Daniel, c'è poco da fare, è come paragonare Mirko di "Kiss Me Licia" a Satomi, diciamocelo: eravamo tutte innamorate di Satomi
4) le amiche o persone che circondano Enel, sono per lo più scaltre, e se non altro aiutano Enel a capire perché succedono certe cose.
   Senza spoilerare troppo, la conclusione di Fallen prometteva bene, ma già in Torment, è stato un tormento portare avanti la lettura. Noioso, solo negli ultimi due capitoli c'è stato un po' di movimento e un po' di risate (che grazie alla genialità di Enel, non erano mancate durante tutta la lettura del libro).

E ora. Passion. Sempre peggio. Se a Torment avevo attribuito due stelline "d'incoraggiamento". ("Signora Kate, non le mancano le capacità, ma può fare di più") a questo penso proprio che darò una stellina.
Cercherò di non dire troppo. 
    Durante la lettura di Passion, molte saranno le battutine di chi circonda Enel, riferite alla sua furbizia.  Sua "nonna" a Mosca: "Stupida!". Qualcuno le dirà anche che si può scrivere un libro con tutte le cose che Enel non sa " e chissà magari qualcuno lo sta già scrivendo" (un modo per dire che Enel è un po' ignorante e anche un modo della Kate per autocitarsi). Forse la Kate voleva dirci che anche lei riconosce che Enel è un po' ignorante e poco scaltra, ma che forse le vuole bene lo stesso. Enel ha il vizio di fuggire quando dovrebbe rimanere e indagare, e di restare e indagare quando invece dovrebbe darsela a gambe levate. Ma questo fa parte del gioco, cercare di tenere sulle spine il lettore. Questo però non avviene. Il libro è ripetitivo e la frase che ricorre di più è:

  • "Daniel, ti amo"
  • "voglio capire ma non riesco"
  • "rivoglio il mio abaco per fare i conti!"
Ebbene si, per questa volta la frase che ricorre di più è : la seconda! 
Quindi è ripetitivo: lo dice di continuo per tutta la durata del libro. Avevo addirittura pensato, a torto, che la Kate non fosse in grado di creare personaggi interessanti e scaltri, ma mi sbagliavo. Credo che la Kate abbia volutamente dato a Enel poca intelligenza. Lo si evince dal fatto che Enel si affida a personaggi che NON conosce, ma che sembrano volerla aiutare e sanno tutto di lei, una sorta di Cicerone dell'ultima ora, che "ravvivano" un po' i capitoli con protagonista Enel. (Se avete letto Torment, capirete di cosa sto parlando). 
   Questo è anche il romanzo dove Daniel si becca più ceffoni, udite udite. (per alzata di mano, chi non vorrebbe prendere a schiaffoni Daniel? come dite? preferireste prendere a schiaffi Enel..ah, beh, capisco).
   In buona sostanza, se, come me, volete finire la saga per capire dove arrivino Daniel, Cam e soci, e per vedere fin dove si possa spingere la scaltrezza intellettuale di Enel, allora leggetelo. 
Prendetelo in prestito in biblioteca o da un'amica. Ma vi sconsiglio di acquistarlo. A parte gli scherzi p un peccato, perché la Kate in "Fallen" aveva dimostrato di avere "una penna" interessante e valida. Purtroppo si è persa per strada. Credo che potesse evitare di scrivere questo "Passion" e avrebbe potuto ridurlo a tre capitoli in più da aggiungere a "Rapture" che penso leggerò presto. Forse la Kate ha dovuto allungare il brodo per esigenze editoriali? non so, comunque, no, non ve lo consiglio.
Per chi lo volesse acquistare, lo trovate qui:
Affranta. 
Voto : 3/10.




Commenti

  1. ha ha ha meravigliosa recensione come sempre..io leggo/ascolto tutto anche a pericolo di spoiler, che poi in questo caso me ne infischio, perché la decisione di non leggere questa saga è ancora valida....oddio nel leggere la tua recensione mi è quasi venuta voglia di sapere se Luce-Enel ci è o ci fa..così per farmi due risate, maH!! se dovessi rimbecillire ancora di più e per caso ci dovessi inciampare sopra, quando vado in biblioteca, potrei pure provarci:)

    RispondiElimina
  2. quel tuo "ha ha ha" mi fa contenta, sappilo :) Si, ricordo che non avevi alcuna intenzione di leggerla...sai, io cerco sempre di evitare gli spoiler, ma poi quando vado a leggere il libro, mi accorgo che me ne ricordo DOPO aver letto quella parte e non prima, forse il mio cervello elimina lo spoiler hahaha. Secondo me Enel, ci è. Si, provaci in biblioteca, ricordati di partire dal primo "fallen" a saga finita credo che li troverai molto facilmente :) comse sempre sei gentilissima, grazie per il commento

    RispondiElimina
  3. Diciamo che il lato positivo di tutta la faccenda è che ti ha fatto scrivere una recensione del genere! Ho riso tantissimo, tra satomi ed enel! :-D leggerei sto libro solo per metterci i soprannomi tuoi! ^_^

    RispondiElimina
  4. hahahahah, che bello, sono contenta ti sua divertita :) che complimento...grazie! ^__^ (grazie anche del commento)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Il Club delle Mele Avvelenate - Lily Archer

#insKino 2 - Ricatto d'amore

Il fantasma di Canterville - Oscar Wilde